riverside9.jpgriverside11.jpgriverside1.jpgriverside12.jpgriverside2.jpgriverside3.jpgriverside6.jpgriverside13.jpgriverside01.jpgriverside0.jpgriverside7.jpgriverside5.jpgriverside02.jpgriverside4.jpgriverside8.jpg
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

QUANDO SI DOVRA’ RENDERE CONTO
(1 Online) (1) Ospite
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: QUANDO SI DOVRA’ RENDERE CONTO

QUANDO SI DOVRA’ RENDERE CONTO 07/06/2013 22:36 #8690

QUANDO SI DOVRA’

RENDERE CONTO

(1 Pietro 4:5; Romani 2:3; Giovanni 5:24)





In un museo Giamaicano è conservata una grande testa imbalsamata di squalo e, di fianco, uno strano pacchetto di vecchi fogli.

Si tratta dei testimoni silenziosi di una storia singolare.

Una nave inglese aveva catturato nel Mar delle Antille un enorme squalo, nel cui ventre furono trovati, legati con una cinghia, i fogli in questione. Essi appartenevano alla nave “Le Nancy“ e dimostravano che essa si dedicava al contrabbando e alla pirateria.

Il capitano portò questi documenti alle autorità Giamaicane.

Proprio allora si stava istruendo il processo degli uomini del “Nancy“, sospettati di commercio illegale, ma contro di loro non c’erano prove. Inseguiti, avevano gettato a mare tutti i documenti compromettenti. Essi pensavano di essere rilasciati per mancanza di prove, ma quale non fu il loro sbigottimento quando il giudice mostrò le prove di colpevolezza!

Quanti errori e deformazioni della verità e della morale crediamo che siano scomparsi per sempre! Ma un giorno ci sarà un giudizio solenne in cui tutte le prove saranno ritrovate, e il giudizio sarà Gesù Cristo, lo stesso che è venuto sulla terra per portarci la salvezza, come uomo umile e raggiungibile da tutti.

Oggi il messaggio della salvezza è annunciato; e possiamo essere graziati, le nostre colpe possono essere cancellate per sempre: è sufficiente che ciascuno di noi riconosca la propria colpevolezza e creda che, sulla croce del Calvario, Gesù Cristo è stato punito al nostro posto.

Per coloro che lo credono, la Bibbia afferma che non ci sarà più giudizio, ma quale terribile condanna attende coloro che, invece, rifiutano la grazia e la salvezza che Dio offre a loro!

  • stefano
  • Offline
  • Amministratore
  • Troverete riposo alle anime vostre.Matteo 11,29
  • Messaggi: 3333
Ringraziano per il messaggio: francotecnos, anna rapa

Re: QUANDO SI DOVRA’ RENDERE CONTO 08/06/2013 10:30 #8694

.

Sarebbe utile per chi ci legge, sapere perché il non credente verrà punito e
perché è stato "punito" (se è stato punito) Gesù ...
ad una prima lettura, possiamo vedere che l'uomo inteso come genere umano tutto, è stato punito a seguito dei fatti di Eden... è stato punito perdendo l'immortalità che godeva in quella condizione di privilegio, è stato punito perché prima non doveva faticare per procurarsi il cibo ( se gli era necessario)... da quel momento in poi la femmina della specie umana, avrebbe partorito con grande sofferenza e poi, al culmine della condannazione da parte di Dio, l'umanità tutta è stata condannata a morire in eterno.

Ma Dio nella Sua magaminità è venuto in nostro soccorso, ci ha "donato" un'agnello sacrificale di nome Gesù... un "agnello" che morisse per noi senza che in lui ci fosse alcuna colpa, quindi, Gesù non fu punito per noi, ma si offrì o fu offerto al posto nostro... un atto eroico diremmo e tale fu in effetti.
Quindi, la croce fu un atto cruento su un essere innocente... e lo si sapeva sin da prima della crocifissione che Gesù era innocente.

"Gesù Cristo è stato punito al nostro posto"


Gesù Cristo morì al nostro posto, ma chi in effetti lo uccise per mano dei carnefici, fu Satana che in questo caso, suo malgrado fu uno strumento di salvezza, proprio come lo fu Giuda Iscariota che consegnò Gesù nelle mani delle guardie...
strumenti di morte per permettere la vita che non avevamo più e che ora abbiamo di nuovo ...

Giovanni
19:1 Allora dunque Pilato prese Gesù e lo fece flagellare.
19:2 E i soldati, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, e gli misero addosso un manto di porpora; e s'accostavano a lui e dicevano:
19:3 Salve, Re de' Giudei! e gli davan degli schiaffi.
19:4 Pilato uscì di nuovo, e disse loro: Ecco, ve lo meno fuori, affinché sappiate che non trovo in lui alcuna colpa. 19:5 Gesù dunque uscì, portando la corona di spine e il manto di porpora. E Pilato disse loro: Ecco l'uomo!


Quindi carissimi,

le "colpe" che Gesù portò alla croce, non erano colpe Sue ma Lui le portò sulle sue spalle come in una cesta da vendemmia e non nella Sua anima che rimase candida pur attorniata dalle nostre lordure


e comunque,
è la mia personalissima "visione" da non prendere come frutto di studi "strani" ma dalla semplice lettura della bibbia...


f.sco
***Membro onorario***
Ultima modifica: 08/06/2013 13:29 Da francotecnos.
Ringraziano per il messaggio: stefano , anna rapa

Re: QUANDO SI DOVRA’ RENDERE CONTO 08/06/2013 14:21 #8695

Francesco la tua visione è la visione biblica, grazie per la precisazione riguardo al fatto che Gesù fu colpito per colpe non sue......è proprio qui stà la grande salvezza.

Posto una porzione bellisisma della bibbia dove chiarisce molto bene tutta l'opera dell Messia.
Isaia 53;

3 Disprezzato e abbandonato dagli uomini,
uomo di dolore, familiare con la sofferenza,
pari a colui davanti al quale ciascuno si nasconde la faccia,
era spregiato, e noi non ne facemmo stima alcuna.
4 Tuttavia erano le nostre malattie che egli portava,
erano i nostri dolori quelli di cui si era caricato;
ma noi lo ritenevamo colpito,
percosso da Dio e umiliato!
5 Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni,
stroncato a causa delle nostre iniquità;
il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di lui
e mediante le sue lividure noi siamo stati guariti.
6 Noi tutti eravamo smarriti come pecore,
ognuno di noi seguiva la propria via;
ma il SIGNORE ha fatto ricadere su di lui l'iniquità di noi tutti.
7 Maltrattato, si lasciò umiliare
e non aprì la bocca.
Come l'agnello condotto al mattatoio,
come la pecora muta davanti a chi la tosa,
egli non aprì la bocca.
8 Dopo l'arresto e la condanna fu tolto di mezzo;
e tra quelli della sua generazione chi rifletté
che egli era strappato dalla terra dei viventi
e colpito a causa dei peccati del mio popolo?
9 Gli avevano assegnato la sepoltura fra gli empi,
ma nella sua morte, egli è stato con il ricco,
perché non aveva commesso violenze
né c'era stato inganno nella sua bocca.
10 Ma il SIGNORE ha voluto stroncarlo con i patimenti.Dopo aver dato la sua vita in sacrificio per il peccato,
egli vedrà una discendenza, prolungherà i suoi giorni,
e l'opera del SIGNORE prospererà nelle sue mani.
11 Dopo il tormento dell'anima sua vedrà la luce e sarà soddisfatto;
per la sua conoscenza, il mio servo, il giusto, renderà giusti i molti,
si caricherà egli stesso delle loro iniquità.
12 Perciò io gli darò in premio le moltitudini,
egli dividerà il bottino con i molti,
perché ha dato se stesso alla morte
ed è stato contato fra i malfattori;
perché egli ha portato i peccati di molti
e ha interceduto per i colpevoli.

Con chiarezza si evince che,per il castigo che si è abbattutto su Lui, causa le nostre trasgressioni, noi abbiamo pace.

Grazie a Dio per Gesù nostro Salvatore......



  • stefano
  • Offline
  • Amministratore
  • Troverete riposo alle anime vostre.Matteo 11,29
  • Messaggi: 3333
Ultima modifica: 08/06/2013 14:22 Da stefano .
Ringraziano per il messaggio: francotecnos, anna rapa

Re: QUANDO SI DOVRA’ RENDERE CONTO 21/11/2013 10:20 #9761

.

Questo post, lo riporto alla "ribalta"
per chi si trova a leggere e a scrivere in questo forum senza aver prima "tastato" il polso di chi scriveva/leggeva prima di lui...

Sia chiaro una volta e per tutte, quì, tra chi ha scritto tempo fa ( salvo qualche parentesi), nessuno ritiene di poter avere accesso alla salvezza con mezzi e meriti propri... questi mezzi e meriti sono solo di Gesù.

Quindi,

fatta questa premessa che dovremmo rinfrescare periodicamente,
sento di dover e poter rigettare ogni tentativo di far passare i credenti di questo forum come costruttori della propria salvezza... ciò non corrisponde al vero visto che sappiamo da dove ci arriva la salvezza, sappiamo pure che tale salvezza è immeritata ed è per grazia che saremo salvati, si, saremo salvati quindi, al momento siamo saliti sul "treno" della salvezza, da tale treno, nessun controllore potrà farci scendere....ma,

ma da tale treno è possibile scendere con le proprie "gambe" e per propria volotà,
prima di giungere a destinazione che grossomodo,
coincide con gli ultimi momenti della presente esistenza.



f.sco
***Membro onorario***
Ultima modifica: 21/11/2013 10:35 Da francotecnos.
Ringraziano per il messaggio: stefano , anna rapa

Re: QUANDO SI DOVRA’ RENDERE CONTO 22/11/2013 18:55 #9783

Ogni riferimento a persone o cose non è puramente casuale...
Chi ha orecchi da udire oda, chi ha occhi per leggere legga, chi ha testa sulle spalle vi ponga mente...
  • ferdy
  • Offline
  • Supporto Forum
  • Fernando
  • Messaggi: 1439
Gesù disse:"Io sono la Via, la Verità, la Vita!"
Ultima modifica: 22/11/2013 18:55 Da ferdy.
Ringraziano per il messaggio: anna rapa
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.21 secondi
Ristoroquotidiano.net - 2012
by Progettimultimediali.com